Albero di Natale

Albero di Natale

Se questo Natale vorrete acquistare o trapiantare in vaso un Abete per poi portarlo in casa ed addobbarlo potrete seguire queste semplici regole per preservare al meglio il vostro alberello.

Si tratta di Alberi pertanto abituati all’esterno, se li porterete in casa con 20° in un primo momento godranno del miglioramento climatico ma poi lo sbalzo termico al ritorno fuori li potrà destabilizzare e mettere in crisi.
Il consiglio è di tenerli il meno possibile in casa (non più di otto giorni) e poi riportarli fuori. L’aumento di temperatura in casa potrebbe richiedere una bagnatura ulteriore ma attenti all’eccesso! Meglio bagnare poco, senza ristagni idrici nei sottovasi, perché le radici hanno bisogno di ossigeno e dove c’è acqua non c’è aria.

Vale la regola come per le piante da appartamento: niente termosifoni vicini, in questo caso la temperatura percepita salirebbe almeno del doppio.

Finite le Feste sappiate che di qualsiasi specie si tratti -dal Peccio (Picea Abies) all’Abete del Caucaso (Abies Nordmanniana)- questi sono Abeti e come tali soffrono di gigantismo, ovvero che, chi più chi meno, nel giro di venti o trent’anni tenderanno a crescere molto. Calcolate bene gli spazi quando li ripianterete nel vostro giardino.

Altrimenti informatevi per poterli piantare in un bosco in cui cresceranno liberi.