Rose

Rose: i consigli su potature, trattamenti e concimazioni

Fiori simbolo della primavera, di maggio, dell’amore e della donna, le rose sono il sogno di qualunque amante del verde, di chi ha un giardino e un terrazzo in cui coltivare questi splendidi esemplari. Conosciute per la loro straordinaria bellezza, tanto da essere scelte come fiore perfetto da donare a chi si ama, le rose sono le regine di ogni giardino. Coltivarle può dare grande soddisfazione, ma attenzione alle spine! A parte gli scherzi, come per gli altri fiori anche le rose, se non di più, necessitano di cure e attenzioni.

In questo articolo vi illustreremo i principali passaggi su come coltivare nel migliore dei modi le rose e prendersene cura.

Come e quando seminare le rose

Possiamo iniziare a coltivare le rose a partire dai semi, acquistati oppure estratti dalle rose che già coltiviamo attraverso la raccolta e l’apertura dei cosiddetti “falsi frutti” (vale a dire i cinorroidi che rimangono dopo la fioritura) e l’estrazione dei semi che dovranno essere conservati in un luogo umido per risvegliarli, come ad esempio in un barattolo di vetro con della segatura. Febbraio è il mese più indicato per seminare le rose, quindi possiamo prendere i nostri semi conservati e procedere alla semina. Si consiglia di sciacquarli e lasciarli in ammollo nell’acqua per un’intera notte prima di procedere all’interramento in modo da ammorbidire l’involucro del seme.

Poi inseriamo il singolo seme in ogni vasetto di massimo 10 centimetri di diametro o, se si vuole interrare direttamente si consiglia di inserire il seme ad una profondità di 2, 3 centimetri. Dopo circa due mesi compariranno i primi germogli anche se alcune varietà necessitano di più tempo per la germinazione.

Acqua

Le rose vanno innaffiate subito dopo averle trapiantate. In generale, non dobbiamo mai bagnare direttamente le foglie o i fiori per evitare che le piante di rose si rovinino o si ammalino. Piuttosto bagniamole alla base e in modo abbondante, così che il terreno risulti ben inumidito. Per fare questa operazione scegliamo la mattina presto e la sera, mai al sole.

Concimazioni

Il terreno deve risultare ben vangato e concimato. Per arricchirlo si utilizzano letame o compost casalingo. Le rose amano i terreni acidi. Tra i fertilizzanti naturali consigliati per la coltivazione delle rose troviamo i fondi di caffè e le bucce di banana sminuzzate, che possiamo interrare in piccole quantità durante la preparazione del terreno. In inverno, possiamo proteggere le piante dal freddo dell’inverno con una pacciamatura composta da pezzetti di corteccia e da foglie essiccate. Il terriccio deve risultare ricco sia per le rose da coltivare in giardino che per quelle che sistemerete in vaso.

Potatura

Le potature delle rose servono a ridurre le dimensioni della pianta e a favorire lo sviluppo di nuovi fiori, oltre che ad eliminare rami secchi o rovinati. In genere si consiglia di non potare le rose per i primi due anni. Così le piante possono svilupparsi e infoltirsi. Passato questo tempo, sono due i periodi dedicati alla potatura delle rose: inverno ed estate. La prima – quella vera e propria – avviene normalmente a fine inverno (febbraio è il mese ideale), quando la pianta è a riposo e prima che si sviluppano nuovi boccioli. La potatura estiva, invece, avviene quando le piante sono ancora in fiore. L’obiettivo consiste nell’eliminare le rose ormai appassite per dare la possibilità alla pianta di deliziarci con una nuova fioritura.

Per potare le rose è necessario praticare un taglio netto e lievemente obliquo al di sopra della gemma.

Trattamenti

Le rose, purtroppo, sono spesso vittime di parassiti e malattie. Per combatterli o eliminarli bisognerà effettuare dei trattamenti preventivi o curativi. Ad esempio, contro l’insorgere di funghi, si dovrà fare particolare attenzione durante l’esecuzione di operazioni come la potatura, sarà opportuno disinfettare subito la ferita praticata oppure, in caso di infestazione già avvenuta, eliminare tempestivamente le parti danneggiate e prese di mira. Esistono poi malattie da parassiti che potranno essere combattute con l’uso di prodotti specifici reperibili in commercio.

Tranquilli, però, se non sapete da che parte iniziare oppure avete dubbi sui trattamenti migliori per le vostre rose, potete affidarvi in tutta sicurezza agli esperti di SabGreen, i professionisti dei fiori sempre al vostro fianco.